Episodio 12: quello sui 3 tipi di imprenditori

Manufacturer-spots-niche-market-for-unsweetened-coconutAltra MEGA-sessione di Business Caffeina nella quale annunciamo anche la nascita della CoccoBello SA fondata insieme.

Indipendentemente dai contenuti formativi, ci siamo semplicemente divertiti tanto a recuperare un po’ del tempo perduto e registrare un nuovo podcast, e a quanto pare anche Ludovico (il nostro tecnico audio che ha lavorato fino alle 2 del mattino per finire l’editing) se ne e’ accorto!

Ci sono veramente una marea di temi trattati nelle 2 ore e 42 minuti di podcast, ma tra tutti spuntano:

  • 3 tipi di imprenditori (questa non la sapete) e perché devi sapere quale sei prima di partire
  • Come guardare i siti porno con una giustificazione di business cosi’ forte da essere inattaccabile
  • L’importanza di applicare la legge di attrazione e TheSicret (a tradimento da Piernicola)
  • Perchè tuo zio fa più danni della PNL
  • Come trovare rendite automatiche oltre al Network Marketing se non sai cosa fare
  • I veri segreti per avere un podcast di successo
  • Perché non andremo a Expo 2015
  • Cosa ha fatto di Posta Power il franchising cresciuto piu’ rapidamente in Italia
  • Come trovare venditori se hai una piccola azienda edile
  • Cosa devi sapere se vuoi cominciare a “passare” da dipendente a imprenditore e come testare se la tua idea può avere successo
  • Ngulammameta varie ed eventuali

Come ascoltare questo episodio?  Iscriviti a Business Caffeina su iTunes cliccando qui!

Buon ascolto e se non lo hai ancora fatto e ricorda di metterci un commento qui sotto o una splendida recensione su iTunes 🙂

 

Scarica direttamente il podcast iscrivendoti al nostro canale iTunes alla quale accedi cliccando sull’immagine qui sotto:

itunes

Piccola nota: abbiamo deciso di continuare a rilasciare il podcast in esclusiva su iTunes.
Prima di lamentarti, ricorda che noi dedichiamo 3/4 ore a settimana alla creazione di questi materiali gratuiti.
L’unica rottura che tu hai e’ quella di scaricare un software per poter ascoltare.
Direi che se non sei disposto a soffrire un po’ per installare iTunes non li meriti nemmeno.
(PS Mio papa’ a 66 anni mi ascolta su iTunes senza problemi :-))

Nel caso fossi piu’ impedito di mio padre ecco il video che il grande Alessandro Vignolo ti ha preparato per farti vedere come scaricare iTunes se hai Windows.

 

22 thoughts on “Episodio 12: quello sui 3 tipi di imprenditori

  1. Elena

    Ciao Frank Ciao Piernicola
    Se possibile, volevo inviare un saluto e un ringraziamento pubblico a Ludovico, piccolo grande mito.

    Reply
    1. Ludovico Valoroso

      Grazie mille Elena, troppo buona :))) I miti sono i due Boss qui che snocciolano perle su perle! Grazie del supporto

      Ludovico

      Reply
  2. Marco

    Ciao ragazzi, quali sono i vostri 5 libri immancabili che ogni imprenditore dovrebbe aver letto?

    Reply
  3. Piero

    Gran bella puntata!
    Una cosa ancora non è chiara… ma Frank ha la terza media? O ci ha solamente scherzato sù? Perché ricordo che qualche tempo fa aveva detto di essere diplomato. Ovviamente è solo una curiosità. In qualsiasi caso non cambia un bel nulla visti i risultati raggiunti.
    Grazie per le vostre condivisioni d’esperienza! Attendo sempre con grande fremito questo magnifico appuntamento.

    Reply
  4. Piero

    Ciao Ragazzi,
    nel corso di Business Caffeina avete più volte fatto riferimento al posizionamento competitivo.
    Quali sono, a grandi linee, i passi da compiere per effettuare l’analisi della concorrenza?

    Grazie e buon lavoro!

    Reply
  5. Gabriele Tommasi

    Ciao e grazie della compagnia mentre vado al lavoro e di fare tanto gratuitamente.
    Avete parlato di podcast di successo:secondo me voi lo avete perché nonostante le mazzate che giustamente date a destra e a manca, date molta fiducia a chi studiando e imparando a fare bene qualcosa vuole uscire da periodi difficili, crisi e allineamenti di pianeti vari.

    Reply
  6. Max

    Ciao ragazzi, prima di tutto un sincero grazie per i preziosi contenuti che ci regalate tutti le settimane. Poi ho una domanda, nel podcast parlate spesso di business usando concetti come prodotto differenziante, angolo di entrata e via dicendo…

    Mi piacerebbe entrare più nel dettaglio su questi argomenti, quindi vorrei sapere se e in quale dei vostri corsi approfondite questi discorsi.

    Pongo anche una domanda per il podcast (facoltativa in quanto mi piacerebbe approfondire molto l’argomento e so il che il podcast non è sufficiente) :
    quali sono i passi che seguireste se dovreste aprire un’azienda “classica”, tipo un ristorante? (cito il ristorante visto che Piernicola ha detto che glielo propongono in mille.. e la sua risposta: “hai esperienza nella ristorazione? no. Hai i soldi? no. Sai gestire un locale? no. E allora che cazzo hai?” mi ha fatto morire dal ridere)
    Per essere più precisi, immaginate di voler aprire questo ristorante, che sia in Marocco in Italia o qualunque parte del mondo, come vi muovereste?

    Reply
  7. Ilian

    Grazie per aver dedicato mezz’ora del podcast al rispondere alle mie domande 🙂

    Pier, la storiella che se sei appassionato e studi 3 giorni ne sai di più del 90% delle persone e sei subito in business non è lo stesso meccanismo di “future pacing” che usano per promuovere il network marketing facendoti immaginare una downline della donwline della downline ed il risultato fa na roba tipo $5000 al mese?

    Possibile domanda per il prossimo podcast: “che differenza c’è tra idea differenzante ed USP? E’ lo stesso concetto solo detto in Italiano?

    Reply
  8. Antonio

    Cari Frank e PierNicola, grazie per il Podcast che ascolto spesso insieme a mia figlia di 12 anni.

    A parte costringermi a doverle fare un corso accelerato sui termini vari che usate (da PNL in avanti) avete trovato una FAN in più.
    A soli fini informativi a lei il famoso TURPILOQUIO DI “FRANK” (Marchio registrato) non crea nessun problema, forse è troppo concentrata a capire le cose che gli volete insegnare per criticare la forma in cui gliele fornite.

    E vengo alla sua domanda:

    Cosa vi sentite di consigliare a qualcuno che OVVIAMENTE è ancora troppo piccolo per intraprendere un lavoro ma che vuole prepararsi alla sua futura vita da imprenditrice?

    Grazie a Frank di cui ho già frequentato il corso rimanendone conquistato e a PierNicola che è il mio futuro impegno non appena avrò finito di studiare “efficacia personale”.

    Reply
    1. Piernicola De Maria Admin Post author

      Ciao Antonio,
      il mio consiglio e’ semplice: deve crescere e soprattutto imparare le regole del gioco.

      Una volta che le impara, poi puo’ decidere cosa ha voglia di fare e potra’ prendere decisioni in serenita’.

      Magari vuole fare la poetessa. Ma lo fara’ con uno spirito diverso di chi ha l’illusione di fare l’artista e poi si lamenta che non ha da mangiare.

      La consapevolezza e’ il regalo piu’ grande che puoi farle, e ti ringrazio di averci reso anche un po’ partecipi di questo!

      Reply
  9. Matteo C

    Mamma mia lo dico e lo continuo a ripetere: siete due mostri o_O

    Cmq quando Piernicola cita il tipo che insegna a guadagnare con le proprie passioni si riferisce a XXX vero?
    A me sembra una persona in gamba (cut).

    Sbaglio?

    Reply
    1. Piernicola De Maria Admin Post author

      Matteo ho cancellato i riferimenti perche’ come li avevi camuffati tu era l’equivalente di mettere nome, cognome e codice fiscale 🙂

      Comunque tieni presente che noi ci riferiamo sempre ad una tendenza, piu’ che a singole persone.

      E quello del “guadagna con le tue passioni che anche se non sai un cazzo fai tanti soldi” e’ un virus difficile da debellare!

      Reply
      1. Matteo C

        Capisco! Sentite ho una richiesta.
        Perché nel prossimo post non ci dite come vi siete conosciuti tu e Frank?
        Penso possa essere divertente, magari è anche un’occasione per parlare di come creare network di contatti e “fare le giuste amicizie” nell’ambito del business.
        Ciao mostri!!

        Reply
  10. Arturo

    Carissimi Pier e Frank ,
    Sono quì a ringraziarvi nuovamente per tutte le volte che mi rispondete con gentilezza e pazienza.

    (cut. Arturo MA CAZZO se mi vedi che edito un commento perche’ non ho voglia di scrivere nomi di colleghi/personaggi… perche’ devi rispondere mettendoli ancora una volta?)

    Mi è piaciuto molto la storia del poliziotto americano Carl che si è dato da fare ed ha creato il suo regno.
    Pier , tu che hai sondato e studiato per anni il web ci potresti illuminare su quali direzioni muoversi all’ inizio ?
    Dato che il web è pieno di grossi squali , come si fà a fare la differenza quando si è il signor nessuno ?
    Nei primi podcast ricordo un esempio che mi è rimasto fisso nella mente e cioè quella linea sottile che divide l’essere bravo e spingere il cliente a darti i suoi soldi.
    Per favore potreste approfondire questo aspetto ?
    Grazie infinite per la pazienza ed il tempo.
    Con immensa gratitudine,
    Arturo

    Reply
  11. Marco

    Ciao ragazzi, per prima cosa desidero dirvi che siete dei miti e vi ringrazio per tutto quello che fate gratuitamente. Sono un consumatore accanito di tutti i vostri podcast e di ogni articolo del blog di Frank.
    Detto questo, vorrei ricevere una risposta da Frank riguardo alla mia situazione e forse anche quella di molti altri ragazzi in Italia alle prese con la loro prima esperienza lavorativa.

    Ho 20 anni e dopo aver frequentato un anno di Università (Scienze della Comunicazione), aver studiato come un mulo e aver preso 30 ai 3 esami che ho fatto, mi sono chiesto: ma perchè lo sto facendo? Qual è lo scopo di tutto questo? Cosa potrò fare con questo corso di laurea? Così mi sono svegliato dal gregge e, contro i miei genitori e mio fratello maggiore, ho deciso di mollare l’università e cominciare a lavorare e specializzarmi in un settore di business.

    Ben consapevole che con un diploma di ragioneria e senza nessuna esperienza lavorativa sarebbe stata dura, sono riuscito comunque a trovare un lavoro in un’agenzia immobiliare.

    Il lavoro che devo fare è suonare i campanelli per scoprire se qualcuno vende casa, cercare di fissare degli appuntamenti per il mio titolare e pigliare ogni tanto dei vaffanculi.

    Non sono qui a lamentarmi del mio lavoro, so che devo farlo perchè ancora non valgo un cazzo e quindi questo è quello che il mercato mi consente di fare. Ma volevo chiedere a Frank:
    -i primissimi mesi che hai lavorato, hai fatto anche tu un lavoro da subumano come il mio?
    -Cosa mi consigli di fare per sopravvivere con il mio lavoro progettualmente sbagliato a monte? Lo so che è completamente scorretto andare noi (agenzia immobiliare) a suonare i campanelli dei clienti e non cercare di fare marketing per attirarli, ma mi trovo bloccato nella situazione in cui non posso aprire un blog perchè non avrei nemmeno la credibilità per non essere un ciarlatano. Quello che sto facendo è studiare il un manuale abilitante per la professione di Agente Immobiliare, fare l’esame alla Camera di commercio il prima possibile e cominciare a fare marketing seguendo le linee guida che offri gratuitamente. Poi sto inviando un po’ di lettere di vendita dopo aver divorato il libro the Ultimate Sales Letter.

    Sto cercando di formarmi da solo e come meglio posso, ma il tempo non è dalla mia parte, dato che il titolare pretende un appuntamento al giorno e, con il suo intelligentissimo metodo, non mi è sempre molto facile. Mi impegno più che posso, entro in ufficio prima di tutti e lavoro anche nelle pause cercando di dare tutto. Purtroppo però, qualche giorno non raggiungo l’obiettivo. Torno a casa stanco, la mia ragazza si lamenta che le dedico poco tempo (ahimé è una barboncina :D) e poi devo studiare il libro.

    Cerco di superare queste difficoltà lavorando di più. Voglio essere un lupo, e nonostante tutto il mondo mi giri contro, io sono determinato a farcela.

    Quindi, se tu avessi 20 anni, fossi al mio posto e dovessi trovarti un lavoro, cosa faresti? Accetteresti anche tu un lavoro da subumano mentre cerchi di formarti da solo? Con il sogno di metterti in proprio un domani seguendo i principi del corso VV e sbaragliare la concorrenza fatta da titolari che arruolano giovani inesperti e li accusano di non essere tagliati per il lavoro se non fanno risultati costanti?

    Ti ringrazio per l’attenzione che mi dedicherai. So che sarai duro nella risposta ma ho bisogno di una guida sincera ed obiettiva come te. Ti stimo.

    Ringrazio anche Piernicola per aver messo gratuitamente online Efficacia personale come audiolibro.

    Appena metterò da parte qualche soldino, dopo aver pagato il debito che ho con i miei genitori per avergli fatto spendere migliaia di euro in tasse universitarie e affitto, non vedrò l’ora di venire al corso Venditore Vincente.

    grazie mille ragazzi.
    Ciao

    Reply
    1. roberto

      Ciao Marco, anche io ho cominciato come te a suonare campanelli ecc. ma per fortuna è durata poco perché ero bravo e quindi ho cominciato a vendere rapidamente. Se vuoi fare questo lavoro in maniera differente prepara una sales letter per: geometri, commercialisti, avvocati, amministratori di condominio, imprese edili; proponendo una collaborazione.

      Reply
  12. Fulvio Dominici

    Grazie della risposta, che emozione!
    Anche se mi avete scaricato, siete stati tanto simpatici come al solito.
    Mi permetto tuttavia di insistere: siccome voi regalate tante informazioni utili, mi sembra il minimo di offrirvi allo stesso costo quella che ritengo sarebbe davvero una evoluzione della vostra offerta in senso ancora più efficace e d’effetto: serious gaming e applicazioni per smartphone e tablet con tecniche fuori dal normale. Resto disponibile ad illustarvi come si possano utilizzare queste tecnologie in modo del tutto non convenzionale per i progetti di comunicazione che state portando avanti con tanta dedizione e successo.

    Ribadita l’offerta, che non può essere che gratuita stante il fatto che siete dei grandi e dei veri ‘missionari’, passo ad una domanda che ritengo sia di interesse molto generale:
    esistono molti come me, imprenditori con una certa esperienza senza la mentalità della ‘cantacessi & figli’, che non devono cominciare da zero e magari pensano a nuovi prodotti da vendere ponendosi a cavallo tra il venditore e l’imprenditore. Se il business model è quello che proponete spesso, basta ascoltarvi e si ha tutto chiaro (oltre ai vostri corsi per acquisire la vista di superman), ma in questo periodo sto pensando ad un nuovo business di prodotti ‘a scaffale’ in negozi come le cartolerie e le edicole-gadget dei centri commerciali: il potenziale cliente ci ‘inciampa’ praticamente dentro e non può arrivare bello ‘caldo’. Assomiglia alle ‘telefonate a freddo’ che Frank odia tanto. Si tratta sempre di marketing a risposta diretta, ma la ‘sales letter’ si riduce al packaging e magari un piccolissimo spazio tipo cartolina sull’espositore. Certo, devi ‘vendere’ il tutto al negoziante e qui magari si applicano i precetti che avete già illustrato, ma per quanto riguarda la fase finale verso il consumatore? Ovviamente non posso martellare con pubblicità generale su TV e giornali, quindi avete suggerimenti? Credo sia un settore in cui molti potrebbero operare e non mi sembra sia stato già coperto da vostri post precedenti.
    Grazie ancora, siete sempre i migliori!

    Reply
  13. Arturo

    Ciao Pier ,
    SCUSA per aver creato perdite di Tempo.
    Avevo citato solo le iniziali pensavo non ci fosse nulla di male.
    Sono appena uscito dalle superiori e stò cercando di orientarmi nel mare del web.

    SPERO VIVAMENTE che mi terrai in considerazione nel prossimo episodio e prometto di no commettere più gaffe.
    Scusa ancora e Grazie per l’ eventuale risposta.
    Con sincerità,
    Arturo

    Reply
    1. Piernicola De Maria Admin Post author

      No problem. Ma se scrivi delle iniziali, cosa fa, e le iniziali dell’azienda dove e’ la riservatezza?

      Reply
  14. Arch. Giuseppe Barra

    Bravi Frank e Piernicola per le info gratuite che ci mettete a disposizione.
    Io personalmente ho una domanda. Visto e considerato che, nel mio mestiere di Architetto, siccome difficilmente si acquisisce una clientela se non grazie al passaparola, alla conoscenza diretta,ecc.ecc. mi riesce più difficile capire come utilizzare al meglio le vostre indicazioni per essere più efficace ed efficiente nel mio lavoro.
    Come impiegare al meglio questi principi nella libera professione ?
    Grazie Anticipatamente, Saluti

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *