Episodio 9: quello delle domande e risposte…

angry-couple

Altro record di lunghezza per Business Caffeina 🙂

In questo nono episodio, stimolati da molte domande dei lettori, siamo partiti per una discussione a ruota libera che ha toccato tantissimi temi, sia legati all’imprenditoria che ad aspetti non direttamente di business (uno per tutti: matrimonio e relazioni!)

Cosa ci saremo detti?

>>>>Come al solito lo scopri su iTunes cliccando qui <<<<

Ecco una breve lista dei temi trattati:

  • Cosa fare quando una relazione ti rende difficile essere un imprenditore? La risposta a questa domanda e’ brutta, ma non conoscerla potrebbe causarti danni peggiori…
  • Se hai tanta esperienza come puoi scegliere in cosa specializzarti?
  • Come scrivere un Curriculum Efficace
  • E se non ti lasciano migliorare sul lavoro? Siediti prima di sentire questa che Frank ci da dentro!
  • Cosa fare contro i CIARLATANI della formazione?
  • Le rendite passive. E perche’ te lo stai passivamente prendendo nel… se ci credi 🙂

Trovi il resto quando accedi ad iTunes e scarichi Business Caffeina!

Buon ascolto e se non lo hai ancora fatto e ricorda di metterci un commento qui sotto o una splendida recensione su iTunes 🙂

 

Scarica direttamente il podcast iscrivendoti al nostro canale iTunes alla quale accedi cliccando sull’immagine qui sotto:

itunes

(e ricorda di lasciarci una recensione!)

Piccola nota: abbiamo deciso di continuare a rilasciare il podcast in esclusiva su iTunes.
Prima di lamentarti, ricorda che noi dedichiamo 3/4 ore a settimana alla creazione di questi materiali gratuiti.
L’unica rottura che tu hai e’ quella di scaricare un software per poter ascoltare.
Direi che se non sei disposto a soffrire un po’ per installare iTunes non li meriti nemmeno.
(PS Mio papa’ a 66 anni mi ascolta su iTunes senza problemi :-))

Nel caso fossi piu’ impedito di mio padre ecco il video che il grande Alessandro Vignolo ti ha preparato per farti vedere come scaricare iTunes se hai Windows.

 

27 thoughts on “Episodio 9: quello delle domande e risposte…

  1. Nicola

    Gentilissimo per la guida Windows, mi dispiace dire che, avendo il mobile superato il desktop, si rendeva più utile pensare ai dispositivi quali Windows mobile o Android.
    Buon lavoro

    Reply
    1. Piernicola De Maria Admin Post author

      Nicola, hai ragione, ma ci sono due note:

    2. se hai windows mobile non meriti di ascoltare il podcast (il “tu” e’ naturalmente impersonale)
    3. per Android e’ stato scritto solo 347 volte quale applicazione utilizzare
    4. In ogni caso resta la regola molto semplice. Noi abbiamo ideato il podcast. Blocchiamo 2/3 ore a settimana per registrarlo. Rispondiamo alle domande. Paghiamo lo staff per editare l’audio e renderlo piu’ gradevole. Paghiamo l’hosting e le persone che si occupano di metterlo online.

      E tutto questo al fine di REGALARE formazione.

      Se poi un ipotetico ascoltatore non ha il tempo o la voglia di capire come scaricare Business Caffeina e ci rompe i coglioni, allora Frank (lui e’ il pro) fa bene a dedicargli 7 minuti in fila di vaffanculo senza prendere fiato….

      Reply
  2. Andrea

    E’ venti minuti che ho smesso di ascoltare e ancora non mi sono ripreso dalle legnate, ma ci voleva! Grazie. 😉

    Reply
    1. Frank Merenda Admin

      Certo, e gli manderò una coppia di negri strafatti di crack, con un paio di pinze e una buona saldatrice. Opereremo una cura medioevale per il suo culo.

      Reply
      1. Andrea Armando Bisso

        Frank, vedo che hai buona memoria cinematografica :-D….I love Quentin!!!

        Reply
  3. Ale

    FRANK EPIC WINS
    Se non sei un vero uomo ti do una testata perchè hai rotto il cazzo e devi solo andare affanculo.
    Stima a 1000.

    Reply
  4. Gennaro

    Ciao “Ragazzi” beh dire ragazzi è un eufemismo proprio :D,no apparte gli scherzi perchè non mettete un report gratuito che so,su come fare una “SALES LETTER PER I CURRICULA”,potrebbe esser utile per diverse persone che non sanno neanche come impostare un curriculum.

    Ehi Frank perchè non realizzi un SOLO podcast con Alfio Bardolla e Roberto Re.Cazzo i 3 leader incontrastati della
    VENDITA – FINANZA – MOTIVAZIONE :D!

    Reply
    1. Frank Merenda Admin

      Gennaro non ne vedo l’utilità. Io faccio podcast con Pier per tutti i motivi noti, ma anche perchè a differenza di Roberto e Alfio io e lui siamo all’estero e non giriamo l’Italia in “tour”.

      Roberto e Alfio li puoi incontrare dal vivo perchè tengono spesso incontri di presentazione di varia foggia in tante città italiane. Molto meglio del podcast sentire cosa pensano dalla loro viva voce 🙂

      Reply
  5. Arturo

    Carissimi Pier /Frank ,
    Pensate che dopo aver detto tanto su imprenditori Italiani e relativi business si possa aprire la strada a raccontare quello che di positivo abbiamo in casa ?
    Pensavo a storie di successo come Diesel-Ferragamo-Luxottica-Ducati-Ferrero, ma anche Ognibene (Reggio E.) – Corghi (Correggio)- TBL (Modena) ecc. ecc. , visto che anch’io sono nato e cresciuto nel Bolognese.
    Un altra cosa: avete citato l ‘esempio di posta power in un podcast.
    Potreste citare più esempi pratici in modo tale da poterne studiare i casi e magari trarre ispirazione ?
    E sulle donne Italiane pensate che correggerete il tiro o rimanete di quell’opinione ?
    Grazie mille , Arturo.

    Reply
  6. Arturo

    Caro Pier pensi succederà presto ?

    Aspetto fiducioso …..

    GRAZIE

    (Arturo ho tolto il link visto che fa riferimento a un mio corso che non tengo da 6 anni in Italia. E NO, non ho intenzione di ripeterlo :-))

    Reply
  7. Arturo

    Per favore Pier ne puoi parlare al prossimo podcast ?
    Non credi che l’ umanità abbia bisogno dal Mythos… ?
    Almeno puoi illuminarci sul dove e con chi ?
    Rinnovo la stima e la fiducia.
    GRAZIE

    Reply
  8. Matteo C

    Siete due mostri O_o
    Spero un giorno di conoscervi perché siete due persone fantastiche.

    Che il vostro operato possa continuare ad illuminare la via del business per noi giovani aaspiranti businessman
    Matteo

    Reply
  9. Arturo

    Ciao Ragazzi ,
    cosa pensate del commento del 20 maggio dove parlo di aziende Italiane ?

    Scusate se vi rompo sempre i maroni ma una vostra opinione è fondamentale per orientarsi nel mare del business…

    Grazie infinite,

    Arturo

    Reply
    1. Piernicola De Maria Admin Post author

      Arturo, non so Frank, ma io semplicemente non ne ho voglia.

      Business Caffeina nasce come una conversazione tra me e lui, che poi abbiamo deciso di estendere anche a risposte a quesiti dei lettori quando crediamo possa essere utile e – soprattutto – ci tira di farlo.

      Se dovessi sentirmi in obbligo di commentare tutto e tutti oppure di assecondare tutte le richieste… smetterebbe di essere divertente per me.

      Reply
  10. Matteo C

    Siete così svegli e intelligenti che vi ascolterei per ore anche se parlaste di argomenti effimeri o già trattati.
    E pensare che sono stato forse il primo a criticarvi nel primo podcast per il torpiloquio XD
    adesso sono un fan accanito! ahahah

    Matteo C

    Reply
    1. Frank Merenda Admin

      Bene, allora ripartiremo più turpiloquosi che mai XD

      Reply
  11. Andrea

    Ragazzi davvero complimenti per il vostro podcast, davvero interessante, il meglio che si possa trovare.
    Volevo solo farvi una domanda, premetto che sono un tecnico informatico hardware ed ho un laboratorio di assistenza tecnica, faccio riparazioni su computer e smartphone, sarebbe bello poter capire in merito alla vostra esperienza come potreste abbinare i vostri concetti di business online con un lavoro ad esempio come il mio che è prettamente offline.
    Vi faccio un piccolo esempio, Frank potrebbe intercettare un ipotetico cliente di Messina e vendergli il suoi video corso Venditore Vincente allargando il suo parco clienti, lo stesso non potrei fare io, un ipotetico cliente non mi spedirebbe mai il suo pc da Messina non gli converrebbe in termini di costi e di tempo., ed ecco qui che si torna alla cerchia di clienti dei 20km in torno a me…
    Vi ringrazio anticipatamente per il tempo che vorrete dedicarmi.
    Un saluto
    Andrea

    Reply
  12. David Carelse

    Ciao Piernicola e Frank. Complimenti per il podcast prima di tutto. Volevo chiedervi di pensare se è fattibile fare Business Caffeina dal vivo qualche volta perché potrebbe essere una bellissima opportunità per tutti quelli che vi seguono. Potrebbe essere un momento per parlare tutti insieme di ciò che ci appassiona, di farsi 4 risate e poi c’è una cosa che succede con un podcast: quando ho qualcosa da puntualizzare o voglio dire la mia su qualcosa che state dicendo o su cui state discutendo, sarebbe molto più facile intervenire in tempo reale in modo anche da dare un senso a tutto quello che verrà detto poi. Cosa dite? Fattibile? Secondo me per tutti potrebbe essere una grande opportunità di crescita, poi magari vendete dei corsi specifici vostri.

    Reply
    1. Piernicola De Maria Admin Post author

      Davide per ora logisticamente e’ improponibile.

      Ma prima o poi si potrebbe fare!

      Reply
  13. Michele Colombo

    Ciao Frank e Pier avrei una critica da farvi inerente all’episodio 11. Il fatto che Frank “sconsiglia” il lavoro dipendente perchè non è più sicuro e che è a rischio ok. C’è un piccolo problema:

    1 – NON TUTTI HANNO LA TESTA PER FAR L’IMPRENDITORE!
    2 – AMMETTIAMO CASO CHE TUTTI FOSSERO IMPRENDITORI / VENDITORI A CHI DELEGHEREBBERO IL LAVORO ALTRUI O MEGLIO CHI LAVOREREBBE PER LORO? Chi farebbe il blog al posto tuo? Chi farebbe l’impiegato al posto tuo? ecc. ecc…

    Da che mondo a che mondo è sempre esistita “la mente” e “il braccio”.Ora non mi ricordo in quale video,o articolo del blog,ma Frank aveva detto che le sue “aziende” sono automatiche o semi-automatiche,nel senso che l’entrate che lui ha,non derivano necessariamente dalla sua presenza.Significa che qualcuno alle sue “DIPENDENZE” c’è.

    Quindi la mia domanda è: se non ci fossero stati i dipendenti come caspita facevi ad avere un’azienda automatica?

    Poi altra cosa: lo so che a voi non farà comodo : ma se c’è una RICCHEZZA deve ESSERCI UNA POVERTA’.Dove una persona può essere ricca qualcunaltro deve esser povero, si chiama “LEGGE DI ECONOMIA”.E’ come il discorso di Renzi che ha aumentato 80 euro nelle buste paga degli Italiani,si tutto vero è bello,però ha tolto dei soldi dagli assegni sociali.Quindi i soldi se aumentano da una parte,diminuiscono dall’altra.

    Diversi anni fa ci fu un esperimento,in uno stato dell’Africa adesso non mi ricordo di preciso,una tribù mi sembra,lo avevo letto e aveva suscitato parecchio scalpore,per cui questo presidente/capo tribù,decise di dare lo stesso “numero di soldi” a tutti,tutti avevano gli stessi soldi.

    All’inizio le persone più povere era felicissime,le persone ricche un po’ di meno,ma tralasciamo,perchè è troppo scontato dire che i ricchi non sono contenti,dato che possedevano le stesse monete dei poveri.Questa persona diede più “soldi” alle persone povere,fece STAMPARE più soldi fisici e li diede.E’ successo un problema:

    UNA CRISI INCREDIBILE! La gente non poteva comprare il pane per vivere.

    Avevano più soldi,ma la moneta si era cosi svalutata,proprio perchè ce n’era “tantissima” ,che non esisteva più il concetto di RICCO o POVERO ma erano diventati tutti POVERI!Quindi ritornando al discorso dipendenti non dipendenti,non si può pensare ad un’economia dove TUTTI SONO RICCHI,TUTTI VENDITORI/IMPRENDITORI cosi come neanche tutti dipendenti,tutti operai ecc.E’ una cosa illogica,è impossibile!

    Ci sarà sempre qualcuno che si arricchisce e qualcunaltro si impoverisce o meglio non che diventa povero,ma che vive una vita da comune mortale ecco!

    Reply
    1. Piernicola De Maria Admin Post author

      Michele ci sono un paio di incomprensioni di fondo in quello che scrivi.

      Prima di tutto devi considerare il gruppo di persone alle quali ci rivolgiamo, che sono persone interessate al business.

      Noi parliamo a loro. Non puoi prendere una frase e pensare che sia rivolta anche a mia nonna pensionata.

      Per il resto, magari ti rispondiamo con calma nel podcast…

      Reply
      1. Michele Colombo

        Ciao Pier,mi risponderesti nel podcast al mio commento?sempre se non è un problema naturalmente! Grazie mille!

        Mi piacerebbe avere una vostra opinione in merito a “quel” commento ;)! Qualsiasi sia l’opinione l’accetterò bella o brutta che sia 😉

        Grazie Michele :)!

        Reply
  14. Andrea Armando Bisso

    Cari Frank e Piernicola (squisitamente in ordine alfabetico): sono in arretrato di podcast, di conseguenza il 09 l’ho ascoltato solo ieri. Ormai è da aprile che seguo questa fantastica risorsa e la sensazione è sempre duplice:

    – da una grande gratitudine per la quantità di valore che offrite gratuitamente, gente molto meno capace di Voi per dare 1/10 organizza corsi e amenità varie facendosi pagare
    – dall’altra grande rincrescimento ed amarezza perché le cose che dite sono (quasi) sempre DURISSIME, senza speranza, senza assoluzione, ancorché vere, anzi SACROSANTE.

    Diciamo che alla fine di ogni podcast sono per metà esaltato e per metà depresso :-). So bene che non amate la motivazione “vuota” , il devi credici o cose simili, ma per assurdo il vostro gettare luce sulle contraddizioni del pensiero unico ed imperante, pur prostrandomi, mi stanno facendo togliere mooolta ruggine dal cervello! Vedremo dove mi porterà la vostra strada: comunque vada, GRAZIE!!

    Reply
  15. stefano persechini

    Completamente d’accordo con Lo sfogo di Frank degli ultimi 10 minuti!.

    Per sintetizzare dal mio punto di vista , usando una citazione di …non ricordo il nome, comunque la sostanza è;

    ” se non trovi le opportunità , te le crei tu come vuoi! “, quindi basta con le persone che si dicono di essere la conseguenza delle circostanze,

    ” le circostanze sono la conseguenza delle decisioni delle persone! !

    Grande Frank!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *